Giacomo Puccini
  Opere
Le Villi
Edgar
Manon Lescaut
La Bohème
Tosca
Madama Butterfly
La fanciulla del West
La Rondine
Il Trittico
Il Tabarro
Suor Angelica
Gianni Schicchi
Turandot
  Festival Puccini
  Comitato nazionale
  Video
  Informazioni Turistiche
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Valid HTML 4.01!
Valid CSS! Text Only - Solo Testo
 
IL TABARRO

Land Of PucciniLibrettista, Giuseppe Adami  

Sinopsi:  Un barcone è ormeggiato sulla Senna. Gli scaricatori stanno terminando il loro lavoro. Il proprietario della barca, Michele lamenta alla moglie Giorgetta la distanza che li separa. Terminato il lavoro, Giorgetta offre loro del vino. Passa di lì un menestrello e per un attimo tutti ballano e chiacchierano, tranne uno, Luigi che va via.
Rimasta da sola col suo amante Luigi, Giorgetta gli racconta della bella vita nella città di Parigi, a dispetto delle sofferenze  che vive a bordo di un’orribile chiatta, in compagnia di un uomo scontroso molto più vecchio di lei. Concordano di incontrarsi più tardi la sera non appena Michele si sarà addormentato – Giorgetta accenderà un fiammifero per segnalare a Luigi il via libera. Michele ritorna sul ponte e Luigi va via.
Michele ricorda dei bei giorni trascorsi con sua moglie quando si amavano ancora e lui la riparava sotto il suo cappotto.
Giorgetta resta distante e dopo poco si ritira nella sua cabina, lasciando Michele a rimuginare solitario sul ponte. E’ buio e mentre riflette sull’identità dell’amante di sua moglie, Michele con un fiammifero accende la sua pipa. Scambiando per errore quel segnale, Luigi arriva a bordo per incontrare Giorgetta. Michele lo afferra, costringendolo a confessare lo strangola e poi nasconde il corpo sotto il suo tabarro. Giorgetta, allarmata dai rumori che ha udito, ritorna sul ponte. Trovando Michele da solo, si mostra affettuosa per sviare i suoi sospetti chiedendogli di essere riparata sotto il suo cappotto. Felice di esaudire la sua richiesta, Michele tira sua moglie sotto il cappotto e tra le braccia del suo amante morto.


Clicca qui per raccontarci della produzione più bella di quest’opera che tu abbia mai sentito e visto.